Scopri tutte le posizioni aperte o invia la tua candidatura spontanea.
Scopri di più
Impianti soil washing
Impianti soil washing

Impianti Soil Washing: progettazione e realizzazione

Ogni anno, gli impianti per il recupero e trattamento dei rifiuti di proprietà del Gruppo Esposito, a seconda della tipologia, sono in grado di trattare fino a 90.000 tonnellate di rifiuti recuperando circa 60.000 tonnellate di prodotto inerte.

Questo risultato è frutto della tecnologia brevettata di “Soil Washing”, che consente di recuperare oltre il 90% dei rifiuti provenienti dalla pulizia delle strade (EER 200303) e più in generale quei rifiuti che hanno una componente organica importante che deve essere separata dalla frazione inorganica recuperabile.

La tecnologia di Soil Washing

Il Soil Washing è una tecnica di bonifica dei terreni contaminati finalizzata al recupero di materiali inerti. Questa tecnologia, applicata agli impianti di trattamento rifiuti, consente di separare la frazione organica da quella inorganica, massimizzando il recupero dei materiali riutilizzabili, come sabbia, ghiaino e ghiaietto.

Gli Impianti Soil Washing del Gruppo Esposito

impianti recupero rifiuti

Attraverso uno specifico processo di lavaggio, gli impianti Soil Washing del Gruppo Esposito consentono di ottenere dai rifiuti materie prime di alta qualità conformi al test di cessione D.M. 186/2006 e le norme UNI-EN per specifico settore di utilizzo come sabbia, ghiaino, ghiaietto, riducendo significativamente la quantità residua di rifiuto destinata allo smaltimento.

I prodotti recuperati dagli impianti di Soil Washing ottengono le seguenti certificazioni:

  • Certificazione CE
  • Certificazione sistema di attestazione 2+ (Regolamento UE 305/2011)
  • Certificazione EPD
  • Certificazione APAVE ISO 9001
  • Certificazione APAVE ISO 9001 – ISO 14001
INNOVAZIONE E TECNOLOGIA BREVETTATA

Le tipologie di impianti di Soil Washing realizzabili

Impianti soil washing

per il trattamento e recupero rifiuti spazzamento stradale
Scopri di più

Impianti soil washing

per il trattamento e recupero rifiuti pulizia arenili
Scopri di più

Impianti soil washing

per il trattamento e recupero limi
Scopri di più

Impianti Soil Washing: il processo di lavaggio

impianti recupero rifiuti

Il trattamento dei rifiuti conferiti agli impianti di Soil Washing si sviluppa principalmente in tre macro attività:

  • Lavaggio
  • Ciclonatura
  • Depurazione dell’acqua

Il lavaggio viene effettuato con acqua e solventi di vario genere, a seconda della tipologia di rifiuto da trattare. In questo modo, le sostanze inquinanti presenti si legano a particelle più fini (limi, argille), passando dalla fase solida alla fase liquida e consentendo così il recupero della frazione inerte con granulometria maggiore.

Le fasi principali del processo di selezione, lavaggio, separazione e recupero rifiuti degli impianti Soil Washing del Gruppo Esposito si possono riassumere come segue:

  • separazione delle frazioni solide esterne mediante processi di selezione a umido;
  • trasferimento dalle particelle che costituiscono il rifiuto all’acqua di lavaggio delle sostanze inquinanti presenti sotto forma disciolta, emulsionata o in sospensione;
  • rimozione dei contaminanti trasferiti all’acqua di lavaggio mediante processi chimico-fisici di precipitazione, disemulsionamento, coagulazione, flocculazione e sedimentazione;
  • eventuali ulteriori processi di affinamento della qualità delle acque per massimizzare il ricircolo delle acque di processo e limitare l’utilizzo della risorsa idrica.

 

I vantaggi degli impianti di Soil Washing

Gli impianti di Soil Washing  del Gruppo Esposito presentano diversi vantaggi sia di carattere ambientale che economico.

  • Produzione di materie prime: attraverso uno specifico processo di lavaggio, questi impianti consentono di recuperare dai rifiuti materie prime e prodotti di alta qualità, come sabbia, ghiaino e ghiaietto, che possono essere commercializzati sul mercato o utilizzati in diversi settori ambientali, dall’agricoltura all’edilizia.
  • Minor impatto ambientale: gli impianti di Soil Washing sono meno invasivi rispetto ad altri metodi di trattamento dei rifiuti. Ciò significa anche un ridotto impiatto ambientale.
  • Riduzione dei costi: il trattamento dei rifiuti negli impianti Soil Washing presenta dei costi drasticamente ridotti rispetto al conferimento alle discariche.  Inoltre il processo di Soil Washing può essere utilizzato per trattare grandi quantità di rifiuti in modo efficiente e rapido, riducendo i tempi di trattamento e i relativi costi.
RIFIUTI TRATTATI

Potenzialità degli impianti Soil Washing

ambiente, gruppo esposito

Rifiuti provenienti dallo spazzamento stradale

Negli impianti di Soil Washig del Gruppo Esposito vengono recuperati i rifiuti urbani derivanti dallo spazzamento stradale (EER 200303) e similari. Dal lavaggio di questi rifiuti si ottengono materie che trovano collocazione prevalentemente nel settore edile per la progettazione di aggregati cementizi e aggregati bituminosi.
ambiente, gruppo esposito

Rifiuti spiaggiati

Gli impianti Soil Washing consentono di recuperare anche la posidonia che usualmente si deposita sui litorali. Grazie a queste tecnologie la sabbia viene recuperata dagli arenili, sottoposta ad uno specifico processo di lavaggio, e restituita alla spiaggia di origine lavata, priva di contaminanti e frazioni indesiderate.
ambiente, gruppo esposito

Rifiuti civili e/o industriali

Negli impianti soil washing vengono trattati e recuperati anche rifiuti civili e/o industriali, quali limi, materiali di dragaggio, terreni contaminati e i rifiuti derivanti dalla pulizia delle caditoie stradali e dalle sabbie provenienti dalle condotte con utilizzo di autospurghi.
CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Compila il form e risponderemo ad ogni tua richiesta

    GRUPPO ESPOSITO
    Via Sforzatica, 31
    24040 Lallio (BG)
    Indirizzo e-mail
    info@gruppoesposito.it
    Telefono
    +39 035 510898